Casi di crimini crittografici sotto inchiesta; Perdita di $ 18 milioni in India


  • Casi di riciclaggio di denaro legati alle criptovalute segnalati in India.
  • Il ministro delle Finanze ha informato il pubblico di sette casi di riciclaggio.
  • L’ED sta indagando su casi correlati ai sensi del PMLA 2002.

Il industria delle criptovalute in India sta affrontando una seria minaccia poiché nelle ultime settimane sono stati segnalati sette casi di riciclaggio di denaro basato su criptovalute. Il ministro delle finanze dell’Unione Pankaj Chaudhary ha informato i membri della camera bassa (Lok Sabha) del parlamento indiano sulla gravità di questi crimini informatici.

Per quanto riguarda l’indagine ai sensi della legge sulla prevenzione del riciclaggio di denaro (PMLA), la direzione dell’applicazione (ED) ha affermato che 135 crore di Rs pari a $ 18 milioni erano coinvolti nei proventi criminali.

Chaudhary ha osservato che i rapporti ricevuti dalle forze dell’ordine (LEA) in relazione al riciclaggio mostrano la questione indagata.

Il Directorate of Enforcement (ED) sta indagando su 7 casi ai sensi del PMLA, 2002 in cui la criptovaluta è stata utilizzata per il riciclaggio di denaro. I casi indagati da ED ai sensi del PMLA hanno rivelato che gli accusati hanno riciclato Proceeds of Crime (PoC) tramite criptovaluta.

Inoltre, ha aggiunto che le indagini condotte da ED fino ad ora rivelano che alcuni cittadini stranieri e loro associati indiani hanno riciclato il PoC utilizzando account crittografici su determinate piattaforme di scambio.

Nel 2020, la banca dell’agenzia aveva arrestato un criminale accusato in un caso simile di riciclaggio di criptovalute. In particolare, l’anno 2021 ha visto molti utenti di criptovalute indiani visitare siti Web di criptovalute più di 9,6 milioni di volte.

Analisi a catena riporta che i crimini basati sulle criptovalute sono stati elevati nel 2021 a livello globale. Le piattaforme DeFi hanno perso 162 milioni di dollari di criptovaluta nel 2020. Inoltre, i criminali informatici hanno utilizzato DeFi protocolli di riciclaggio di fondi illeciti.

Per aggiungere, l’industria delle criptovalute in India è stata al centro di accese discussioni. Dopo frequenti divieti e regolamenti sulle criptovalute, il ministro delle finanze dell’Unione ha introdotto una tassa del 30% sulla criptovaluta nel bilancio 2022.

Di recente, la Reserve Bank of India (RBI) ha espresso fermamente riserve contro l’uso delle criptovalute nel paese, esprimendo il piano per creare un quadro normativo per i pagamenti in criptovalute. Inoltre, RBI ha serie preoccupazioni e problemi sull’uso delle criptovalute poiché ritiene che potrebbe rappresentare una minaccia per la stabilità finanziaria dell’India.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato