Crollo di Bitcoin in Thailandia: la compagnia di criptovalute subisce enormi perdite


Crollo di Bitcoin in Thailandia: la compagnia di criptovalute subisce enormi perdite
Notizie di mercato

  • Una società di criptovalute con sede in Thailandia ha perso più di un terzo del suo valore nell’ultimo mese.
  • Jasmine Tech stava per diventare la più grande fattoria di bitcoin nel sud-est asiatico.
  • La Thailandia ha recentemente annunciato il divieto delle criptovalute nel paese.

La thailandese Jasmine Technology Solution Plc, la società di telecomunicazioni trasformata in criptovaluta, ha perso più di un terzo del suo valore nell’ultimo mese, secondo Bloomberg. La capitalizzazione di mercato dell’azienda tecnologica è stata ridotta a 260 miliardi di baht (7,6 miliardi di dollari) nel crollo delle criptovalute della scorsa settimana. La massiccia perdita ha colpito anche i maggiori azionisti dell’azienda.

Il gigante tecnologico con sede a Bangkok ha incassato la frenesia degli asset digitali e rapidamente è salito a diventare la decima azienda più preziosa della Borsa della Thailandia. Stava per diventare la più grande fattoria di Bitcoin nel sud-est asiatico. Tuttavia, il recente crash di Bitcoin ha causato all’azienda una massiccia battuta d’arresto.

Ciò che peggiora questa situazione è che la Thailandia sta vietando l’uso della criptovaluta. La Securities and Exchange Commission (SEC) della Thailandia ha annunciato un divieto sull’uso delle criptovalute come modalità di pagamento il 23 marzo. Secondo la SEC, sarà illegale pagare beni e servizi con l’aiuto delle criptovalute a partire dal 01 aprile 2022.

Nonostante questi ostacoli, il fondatore Pete Bodharamik è ottimista. “L’obiettivo di JTS è diventare il più grande Estrazione di bitcoin società nel sud-est asiatico”, ha affermato. Ci crede criptovaluta e la tecnologia blockchain sono la chiave per il futuro della fintech e del metaverso.

Tuttavia, questo non è un incidente isolato. La fortuna del fondatore di Coinbase Brian Armstrong è crollata di oltre $ 11 miliardi a $ 2,2 miliardi in appena sei mesi. Anche il CEO di Galaxy Digital Michael Novogratz ha perso 6 miliardi di dollari.

Tuttavia, la situazione sembra leggermente migliore questa settimana con alcune monete che fanno un marcato movimento al rialzo. La comunità delle criptovalute spera che le circostanze migliorino e tornino presto allo stato precedente.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato