F1 Brasile, Leclerc: ‘Una Ferrari che cresce da tante gare’. Sainz: ‘Partito male’


Parlano i piloti del Cavallino, i primi dietro alle Mercedes e alle Red Bull. Charles: “Ho guidato meglio quando serviva”. Carlos: “Non dovevo seguire Norris all’inizio”

La Ferrari archivia il GP del Brasile col quinto e sesto posto di Charles Leclerc e Carlos Sainz, alle spalle delle imprendibili Mercedes e Red Bull. Il terzo posto nei costruttori è sempre più ipotecato contro la McLaren, che oggi è andata male. Ma non si può mollare fino alla fine. Leclerc è contento di aver recuperato in competitività rispetto al sabato: “Dopo la Sprint Race di ieri sapevo che dovevo migliorare la guida oggi – ha detto – è stata una bellissima gara e ho tenuto la gomma fino alla fine. Eravamo molto più veloci dei nostri competitor e l’abbiamo gestita bene. Oggi ho guidato molto meglio nel giorno che conta, rispetto al sabato. Abbiamo estratto il massimo dalla nostra macchina, stiamo lavorando bene da tante gare”.

Parla Sainz

—  

Carlos Sainz ha avuto problemi in avvio: “In partenza non dovevo battagliare con Norris, sono partito male non so per quale ragione – ha detto lo spagnolo – devo capire ma da quel momento in poi ho avuto un buon passo, sono stato veloce tutto il weekend. Soddisfatto? No, volevo finire nei primi cinque. Ho seguito Charles Leclerc per tutta la gara ma ho preso tanta aria sporca. Avevo un gran passo ma ho perso molto terreno in partenza e ho un po’ di amaro in bocca. Continuiamo a spingere, l’importante è migliorare ogni…



LEGGI L’ARTICOLO DALLA FONTE UFFICIALE

Lascia un commento

Resta aggiornato