Floki Inu annuncia “consumatori sfruttati”, viene bandito dall’autorità di regolamentazione del Regno Unito


  • Gli annunci della rete metropolitana e degli autobus britannici di Floki Inu sono stati banditi perché “irresponsabili”.
  • Floki Inu ha affermato che gli annunci erano rivolti a clienti esperti negli investimenti in criptovalute e non al pubblico in generale.
  • L’organismo di regolamentazione degli annunci del Regno Unito conclude diversamente, affermando che le criptovalute sono una “questione di alto profilo e di attualità” e gli annunci erano rivolti al pubblico in generale.

L’ente di regolamentazione degli annunci pubblicitari di Londra, Advertising Standards Authority (ASA), ha vietato la promozione della metropolitana di Floki Inu per aver sfruttato i timori dei consumatori di “perdere il boom delle criptovalute.

Floki Inu, una moneta meme basata su Elon Musk accarezzare Shiba Inu, ha lanciato un annuncio sulla rete di autobus e metropolitana di Londra l’anno scorso. L’annuncio presenta un cartone animato Shiba Inu che indossa un elmo vichingo, allettando il pubblico che potrebbe aver “perso” l’opportunità di capitalizzare altre criptovalute popolari, come Dogecoinper investire nella nuova alternativa.

Insieme al testo pubblicitario c’è un disclaimer che informa che gli investimenti “possono aumentare o diminuire” e menzionato che le risorse digitali non sono attualmente regolamentate nel Regno Unito.

L’ASA ha segnalato la campagna per aver banalizzato il rischio degli investimenti in criptovalute, sfruttando i timori dei consumatori di perdersi e sfruttando la mancanza di conoscenza delle criptovalute di alcune persone.

Abbiamo ritenuto che l’uso delle immagini dei cartoni animati desse l’impressione che l’acquisto di criptovaluta fosse una questione spensierata e banale. In quanto tale, ha distratto i consumatori dalla gravità di un investimento volatile e non regolamentato.

Floki Inu ha affermato che l’annuncio ha preso di mira il “cliente informato”. D’altra parte, l’azienda ha chiarito che il “cliente medio”, che non ha la conoscenza delle risorse digitali, è protetto dalle avvertenze in caratteri piccoli dell’annuncio e non capirebbe la barzelletta interna e il gioco di parole usati come copia.

Tuttavia, ASA ha dedotto che la crittografia è una “questione di alto profilo e di attualità” e gli annunci sono stati indirizzati al pubblico in generale. L’uso da parte dell’azienda di testi più piccoli per gli avvisi rispetto al testo pubblicitario principale darebbe l’impressione a qualsiasi pendolare che acquistare Floki Inu ora sia un must per evitare di perdere profitti.

L’organismo di regolamentazione ha inoltre aggiunto che a causa dell’annuncio che sfruttava la “credulità dell’inesperienza dei consumatori”, la campagna è stata considerata “irresponsabile e ha violato il codice”.





Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato