I senatori statunitensi chiedono regolamenti sulle criptovalute per indebolire la sanzione in Russia


  • I senatori statunitensi sollecitano il Dipartimento del Tesoro a monitorare il rispetto delle sanzioni da parte dell’industria delle criptovalute.
  • Questo per minare le sanzioni contro la Russia.
  • La senatrice Elizabeth Warren ha affermato che i regolatori finanziari dovrebbero prendere sul serio la minaccia.

Sulla scia dell’invasione russa di Ucraina, la donazione globale di criptovalute all’Ucraina ha registrato una crescita schiacciante. Inoltre, i discorsi sulla conformità alle sanzioni da parte dell’industria delle criptovalute sono ora più significativi. Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha affrontato le domande di quattro senatori statunitensi sull’industria delle criptovalute.

In un lettera ufficiale, i senatori hanno chiesto informazioni sui progressi del dipartimento nel monitoraggio e nell’applicazione del rispetto delle sanzioni da parte dell’industria delle criptovalute. Ciò su cui si concentrano i senatori è che criminali o stati indecenti possono utilizzare risorse digitali per nascondere le transazioni transfrontaliere per esigenze illegali.

Poiché tali risorse digitali e sistemi di pagamento possono eludere gli Stati Uniti e altre sanzioni globali, i senatori hanno espresso maggiori preoccupazioni su quella imposta alla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina.

La lettera recita inoltre:

Data la necessità di garantire l’efficacia e l’integrità del nostro programma di sanzioni contro la Russia e altri avversari, stiamo cercando informazioni sui passi che il Tesoro sta adottando per far rispettare le sanzioni da parte del settore delle criptovalute.

A causa dell’invasione, molti governi in tutto il mondo stanno imponendo sanzioni alla Russia. Ciò ha fatto sì che uno dei quattro senatori degli Stati Uniti – Elizabeth Warren – chiedesse se criptovaluta potrebbe aiutare la Russia a evitare le sanzioni. Ha twittato che le criptovalute sono un rischio per “minare le sanzioni” contro la Russia, facendo sfuggire a Putin e alla sua squadra il dolore economico.

In risposta al suo Tweet, John E Deaton, fondatore di Crypto Law US (notizie sugli asset digitali) ha osservato che le criptovalute hanno dato un contributo positivo per aiutare l’Ucraina contro la Russia. Ha affermato che il senatore usa ”la guerra come mezzo per diffondere informazioni” per sostenere l’agenda interna.

Oltre a questa risposta, un altro senatore statunitense Ted Cruz ha affermato che a Elizabeth Warren non piace bitcoin e criptovalute perché non poteva controllarli.





Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato