Il 94% degli investitori in criptovalute è Gen Z o Millennials, è una coincidenza?


  • Il 94% degli investitori in criptovalute sono Gen Z e Millennials.
  • Nel dettaglio, il 17,40% sono Gen Z, mentre il 76,46% sono Millennials.
  • Mentre la Gen Z e i Millennials sono la maggioranza, la Gen X li sta spendendo di più nella sfera delle criptovalute.

Poiché le criptovalute sono d’accordo nel mondo, sempre più persone stanno investendo o stanno pensando di investire in criptovalute. Mentre il futuro delle criptovalute deve ancora essere deciso, le statistiche mostrano che il 94% degli investitori in criptovalute sono Gen Z, noto anche come Zoomers, e Millennials.

Secondo statistiche, Zoomers, la fascia di età 18-24, sono il 17,40% del numero totale di investitori, mentre i Millennials, la fascia di età 25-40, sono il 76,46%. Nel frattempo, il 4,93% di tutti gli investitori in criptovalute sono Gen X (41-56) e solo l’1,22% sono Boomers (57+).

Sebbene il mercato delle criptovalute abbia solo 13 anni e stia ancora soffrendo di alti e bassi brutali per vari motivi, il numero di investitori è ancora in crescita. Tuttavia, una cosa da notare è che mentre gli acquirenti della Gen Z superano la Gen X di 3,5 volte, poiché i Millennial superano anche la Gen X di 15,5 volte, la Gen X si è rivelata gli acquirenti più generosi.

Quando si tratta di spesa, la Gen X è in cima alla lista con un numero di $ 9,611 in 12 mesi, seguita dai Millennial con $ 8,596, la Gen Z è dopo con $ 6,120 e Boomers è l’ultima con $ 4,567.

A uno sguardo più attento ai fatti, questi numeri sono molto prevedibili. La generazione Z è nata tra la metà degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000, il che significa naturalmente che è cresciuta nello stesso periodo in cui le persone hanno conosciuto Internet per la prima volta.

In altre parole, la Gen Z è cresciuta online, quando i primi giochi erano il nuovo inizio delle comunità virtuali. Insieme a ciò arriva la seduzione della natura decentralizzata delle risorse digitali.

I millennial, d’altra parte, sono stati anche in contatto diretto con Internet sin da quando hanno iniziato a crescere. Mentre Gen X e Boomers erano in ritardo per questo sviluppo. Essere più in contatto con il mondo online potrebbe mantenere una mente aperta a nuovi mercati e prodotti come criptovalute e NFT.

Un altro fattore è la stabilità nella vita di queste categorie, poiché fare un investimento generoso richiede stabilità per garantire il contenimento dei rischi.

Ci sono molte ragioni per cui queste statistiche hanno tali numeri, ma tutto si traduce nel fatto che le criptovalute sono un mercato fiorente mentre il mondo si sviluppa a un livello tecnologico più elevato.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato