Il piano Crypto Hub di Bermuda rimane imperturbato dalla crisi delle criptovalute


    • I piani di Bermuda di diventare un hub crittografico rimangono inalterati dal mercato degli orsi crittografici.
    • Il ministro dell’Economia e del Lavoro delle Bermuda rimane rialzista sulle criptovalute.
    • La BMA non ha rivelato quando otterrà una licenza di operazione crittografica completa.

Nonostante l’attuale mercato ribassista, Bermuda ha espresso fiducia nel suo piano per diventare un hub di criptovalute. In effetti, un ampio e completo regolamentazione delle criptovalute quadro è ora in lavorazione.

Il ministro dell’Economia e del Lavoro delle Bermuda Jason Hayward ha recentemente rivelato che la piccola nazione insulare famosa per le sue meravigliose spiagge di sabbia rosa e le norme fiscali favorevoli ha costruito in modo aggressivo la sua industria delle criptovalute dal 2017.

Hayward ha detto al Wall Street Journal (WSJ) che il recente calo del mercato delle criptovalute non è un ostacolo alle aspirazioni delle Bermuda di diventare una centrale elettrica delle criptovalute. In realtà va bene per lo scopo dell’isola.

Secondo i commenti di Hayward al WSJ:

Siamo consapevoli della recente svalutazione del prezzo delle criptovalute e rimaniamo fiduciosi che non minacci la capacità dell’isola di diventare un hub crittografico.

Hayward ha aggiunto che l’industria crollo è probabile che li aiuti a raggiungere il loro obiettivo e favorisca il loro sviluppo a lungo termine e il loro coinvolgimento in questo settore.

La procedura di licenza delle Bermuda, secondo Hayward, è suddivisa in tre fasi: una licenza di test, una licenza modificata e, infine, una licenza operativa completamente autorizzata. Il periodo di test durerà da tre mesi a un anno, ma la BMA non ha detto quando otterrà una licenza completa.

Finora, la Bermuda Monetary Authority (BMA) ha rilasciato 14 licenze per l’incorporazione di attività crittografiche al di fuori del territorio insulare britannico, e quattro di loro sono state autorizzate nel 2022, secondo Crag Swan, amministratore delegato della BMA.

Tuttavia, un possibile ostacolo all’espansione di criptovaluta alle Bermuda c’è la mancanza di consapevolezza da parte del settore delle normative antiriciclaggio necessarie per una licenza. Un altro problema è che le banche e le compagnie assicurative sono riluttanti a lavorare con le startup di criptovalute.

La BMA ha reagito offrendo ai fornitori di servizi formazione online per aiutarli a comprendere gli obiettivi antiriciclaggio dell’autorità di regolamentazione. Sempre più banche e assicuratori, secondo Swan, stanno ora abbracciando le criptovalute come clienti.

Il presidente della Financial & International Business Association (FATF) David Schwartz ha anche detto al Wall Street Journal (WSJ) che il Bermuda il governo ha compiuto progressi significativi nella sua conformità etica contro il riciclaggio di denaro dall’inizio del 2020, ma c’è ancora molta strada da fare.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato