La banca centrale indiana propone un approccio graduale per CBDC


  • Reserve Bank propone di adottare un approccio graduale all’introduzione della CBDC
  • La CBDC si conformerà agli obiettivi esistenti di politica monetaria, stabilità finanziaria, ecc.
  • “La valuta digitale porterà a un sistema di gestione della valuta più efficiente ed economico”, afferma il ministro delle finanze.

Secondo un rapporto dell’Hindustan Timesil Banca di riserva dell’India (RBI) il 27 maggio 2022, ha proposto di adottare un approccio graduale per il lancio del valuta digitale della banca centrale (CBDC).

RBI ha affermato in un rapporto annuale pubblicato all’inizio della giornata che stava esaminando i pro ei contro dell’introduzione del CBDC in India. Pertanto, dovrebbe compiere passi graduali attraverso fasi di proof of concept e piloti prima del lancio ufficiale.

La proposta mirava anche a garantire che la CBDC fosse conforme agli obiettivi esistenti di politica monetaria e stabilità finanziaria.

Il rapporto RBI diceva:

La Reserve Bank è impegnata nell’introduzione di una valuta digitale della banca centrale (CBDC) in India. La progettazione della CBDC deve essere conforme agli obiettivi dichiarati di politica monetaria, stabilità finanziaria e operazioni efficienti dei sistemi valutari e di pagamento.

RBI ha aggiunto che prevede di adottare un “approccio graduale all’introduzione del CBDC, procedendo passo dopo passo attraverso le fasi di Proof of Concept, i piloti e il lancio”.

CBDC è il tanto discusso alternativa alla criptovaluta. Avrà corso legale come valuta cartacea con tutte le caratteristiche della valuta fiat esistente.

Il 17 aprile 2022, Nirmala Sitharaman, ministro delle finanze dell’India, detto nel suo bilancio discorso che “la valuta digitale porterà a un sistema di gestione della valuta più efficiente ed economico”.

Subhash Chandra Garg, un ex segretario alle finanze, ha anche affermato: “Cryptos sta sollevando preoccupazioni su due fronti: stabilità monetaria e stabilità finanziaria. La RBI è più preoccupata per la parte relativa alla stabilità monetaria”.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato