La banca giapponese Nomura fonda una nuova società sussidiaria all’estero


Japan's_Nomura_Bank_to_Establish_New_Subsidiary_Company_Abroad
Notizie di mercato

  • Nomura sta per costituire una nuova società sussidiaria.
  • La società aiuterà i clienti a investire in criptovalute e token non fungibili.
  • La banca ha anche iniziato di recente a offrire il trading di derivati ​​Bitcoin (BTC) ai clienti asiatici.

La più grande banca d’affari del Giappone, Nomura, sta per costituire una nuova società controllata. La società aiuterà i clienti a investire in criptovaluta e token non fungibili (NFT).

Nomura ha circa $ 569 miliardi di asset in gestione nel primo trimestre del 2022 ed è considerata una delle 10 maggiori banche del Giappone.

Martedì, il Financial Times ha riferito che le persone con alcune informazioni sui piani di Nomura hanno dichiarato che la società intende riunire diversi servizi crittografici sotto un’unica società e avere circa 100 persone nel suo staff entro il 2023.

L’azienda sarà stabilita all’estero e sarà inizialmente insediata da Nomura trapianti mentre l’azienda cerca di riunirsi Web3 ed esperti di blockchain da includere nell’azienda. La società sarà inizialmente guidata anche dal capo delle operazioni digitali all’ingrosso di Nomura, Jez Mohideen.

La banca sente la pressione per tenere il passo con la tecnologia blockchain in forte espansione e l’industria delle risorse digitali. Un dirigente di Nomura è stato citato dicendo: “se non lo facciamo, sarà più difficile in futuro essere competitivi”.

Questa mossa non è l’unica per Nomura nel settore blockchain e cripto. La banca ha anche iniziato di recente a offrire il trading di derivati ​​Bitcoin (BTC) ai clienti asiatici. Le operazioni sono state eseguite sulla piattaforma di CME Group, che il 16 maggio ha gestito circa 6.944 contratti futures su Bitcoin.

Tra l’entusiasmo per il nuovo progetto della banca, Nomura, sfortunatamente, ora deve anche affrontare la prospettiva di perdere la maggior parte dei suoi profitti trimestrali a causa di una svalutazione di $ 345 milioni su una transazione che anche FT ha riportato martedì. La transazione è avvenuta durante il tracollo economico del 2008, ma non è ancora chiaro di quale transazione si trattasse.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato