La ricerca mostra che le persone si aspettano che le criptovalute abbiano corso legale in 3 anni


  • La ricerca di Crypto.com mostra che il pagamento in criptovaluta è a un bivio con il pagamento con carta di credito.
  • Il sondaggio ha incluso 3.000 persone provenienti da economie sviluppate come gli Stati Uniti e nazioni in via di sviluppo come le Filippine.
  • Il 37% dei consumatori si aspetta che il proprio governo diventi moneta a corso legale entro i prossimi tre anni.

Secondo l’ultimo documento di ricerca di Economist Impact, commissionato da Crypto.com, c’è un panorama mutevole per quanto riguarda le valute digitali. Economist Impact ha esplorato la misura in cui i consumatori si fidano dei pagamenti digitali e quali ostacoli possono esistere alle funzioni monetarie essenziali che diventano prevalentemente elettroniche.

Confrontando gli atteggiamenti dei consumatori con sondaggi simili condotti nel 2020 e nel 2021, hanno scoperto che le criptovalute e le valute digitali delle banche centrali (CBDC) sono ora a un bivio con le carte di credito e le app di pagamento.

Economist Impact ha comunicato i suoi risultati tramite un file PDF intitolato “Digimentalità 2022: paura e favore della valuta digitale” il 6 luglio 2022. Hanno intervistato 3.000 persone, di cui metà degli intervistati proveniva da economie sviluppate come gli Stati Uniti e il Regno Unito, e l’altra metà proveniva da nazioni in via di sviluppo come Brasile e Filippine.

Il quattordici percento delle persone è favorevole alle CBDC, rappresentando un aumento significativo rispetto al misero 4% nel 2021. È interessante notare che il 37% dei consumatori si aspetta che il proprio governo o la banca centrale diventino moneta a corso legale entro i prossimi tre anni e circa un terzo si aspetta che lancio di CBDC.

Lo ha affermato Tobias Adrian, direttore dei mercati monetari e dei capitali presso il FMI

È naturale che il denaro fisico sia integrato dal denaro digitale mentre il mondo sta diventando più digitale, ed è un’evoluzione naturale. Potrebbe non essere utilizzato molto, ma in linea di principio, la possibilità di convertire nella valuta digitale della banca centrale potrebbe essere un importante ancoraggio per l’economia digitale.

In particolare, più di 60 banche centrali si trovano in diverse fasi di sviluppo della CBDC. Secondo il CBDC Global Index 2021 di Pricewaterhouse Coopers, una società di servizi professionali, Cina e Svezia hanno avviato progetti pilota dal vivo.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato