NVIDIA pubblica i risultati finanziari per il primo trimestre fiscale 2023


  • Nvidia condivide i risultati finanziari per il primo trimestre dell’anno fiscale 2023.
  • C’è una diminuzione della previsione delle entrate legata all’inflazione, al COVID-19 e alla crisi russo-ucraina.
  • I ricavi sono aumentati del 46% raggiungendo un nuovo massimo di 8,29 miliardi di dollari nel primo trimestre terminato il 1 maggio.

Nvidia oggi annunciato vendite record di 8,29 miliardi di dollari per il primo trimestre terminato il 1 maggio 2022, in aumento del 46% anno su anno e dell’8% anno su trimestre, con entrate elevate nei data center e nei giochi.

I profitti GAAP del trimestre per azione diluita sono stati di $ 0,64, in calo del 16% anno su anno e del 46% rispetto al trimestre precedente, con un effetto al netto delle tasse di $ 0,52 attribuibile alla commissione di cancellazione dell’acquisto di Arm di $ 1,35 miliardi. L’utile diluito per azione non GAAP è stato di $ 1,36, in aumento del 49% anno su anno e del 3% rispetto all’ultimo trimestre.

L’utile per azione rettificato di $ 1,36 ha sovraperformato la previsione di consenso di $ 1,30. Nvidia, d’altra parte, ha previsto ricavi per 8,10 miliardi di dollari per il secondo trimestre fiscale, che non sono stati al di sotto dell’aspettativa media di 8,399 miliardi di dollari.

Nvidia non è riuscita a rivelarlo mining di criptovalute è stata una fonte sostanziale del suo reddito del 2018, secondo la US Securities and Exchange Commission (SEC), e l’azienda ha accettato di pagare una multa di $ 5,5 milioni per risolvere i reclami.

Nvidia ha attribuito il calo anno su anno a un calo delle entrate CMP, che è stato di $ 0 nel trimestre rispetto ai $ 155 milioni di un anno fa. La società non ha fornito particolari dati sui ricavi per CMP durante il trimestre.

Poiché i consumatori considerano le spese, come computer e console per videogiochi, le preoccupazioni per l’inflazione si stanno estendendo a tutto il mercato degli Stati Uniti. La previsione di diminuzione delle entrate include un calo di 500 milioni di dollari delle entrate relative ai blocchi COVID della Russia e della Cina.

La stima di 500 milioni di dollari comprendeva circa 400 milioni di dollari di costi per le entrate di gioco perse in Cina e Russia, nonché altri 100 milioni di dollari di vendite mancate di data center in Russia, secondo il direttore finanziario Colette Kress.

Ha aggiunto che man mano che sempre più aziende passano al cloud e incorporano l’intelligenza artificiale nelle loro operazioni, la domanda da parte dei clienti dei data center è rimasta elevata.

Secondo quanto riferito, le vendite di automobili aiuteranno a controbilanciare il calo dei giochi. I ricavi dei data center hanno raggiunto un nuovo massimo di 3,75 miliardi di dollari nel primo trimestre, con un aumento dell’83% anno su anno. Le entrate del gioco hanno raggiunto un nuovo massimo di $ 3,62 miliardi nel primo trimestre, aumentando del 31% anno su anno.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato