Putin si oppone al movimento Crypto Ban della Banca centrale russa


mettere in
Notizie di mercato

  • Il presidente Vladimir Putin sostiene la proposta del governo di tassare e regolamentare il mining di criptovalute in Russia.
  • Ciò fa presumere che Putin rifiuterà il divieto totale delle criptovalute da parte della banca centrale.

L’incumbent della Russia Il presidente Vladimir Putin sostiene una proposta del governo di tassare e regolamentare mining di criptovalute invece di imporre un divieto totale. Secondo quanto riferito, questo suggerisce che Putin ha una mentalità per respingere la proposta di divieto di criptovaluta della banca centrale nel paese. Putin preferisce una proposta crittografica che limiti le attività minerarie alle regioni con un surplus di elettricità, secondo il rapporto.

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, pensa che Putin stia esaminando le divergenze tra governo e banca centrale nella divieto di criptovaluta crisi. D’altra parte, la posizione di Putin nella sensazione della proposta di divieto delle criptovalute è un gioco leale per l’industria delle criptovalute.

Inoltre, con l’attuale profilo di Putin nello spazio crittografico, è probabile che le proposte debbano ancora essere approvate. Ha ordinato al governo e alla banca centrale su un verdetto di concordare e di elaborare una decisione strutturata per regolamentare cripto in Russia.

Egli ha detto:

Abbiamo anche alcuni vantaggi competitivi qui, specialmente nel cosiddetto mining. Intendo l’eccedenza di energia elettrica e personale ben formato disponibile nel Paese.

Il co-fondatore del minatore russo BitCluster, Vitaliy Borschenko, ha affermato che i minatori sono stati invitati a collaborare con gruppi governativi dopo che la banca centrale ha annunciato di vietare completamente le criptovalute. Ha affermato che “la maggior parte dei ministeri e delle agenzie è contraria a misure radicali”.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato