TAG Heuer fa il primo passo di Web3, ora accetta SHIB, BTC, DOGE


  • TAG Heuer annuncia la sua accettazione dei pagamenti crittografici.
  • Questo è disponibile solo sul sito Web di e-commerce di TAG negli Stati Uniti.
  • Grazie a una partnership con BitPay, ora supporta SHIB, BTC, DOGE e altro.

TAG Heuer si unisce a Gucci, Hubol, Franck Muller e Norqain nei marchi A-list che incorporano tecnologia blockchain nelle sue operazioni. In un comunicato stampa pubblicato il 19 maggio, l’orologiaio svizzero di lusso ha lanciato i suoi piani per accettare la criptovaluta come mezzo di pagamento tramite una partnership con BitPay.

Secondo Frédéric Arnault, amministratore delegato di TAG Heuer, il team ha seguito molto da vicino gli sviluppi delle criptovalute sin dall’inizio di Bitcoin. Ha anche descritto l’azienda come un “orologiaio d’avanguardia con uno spirito innovativo” che adotterebbe una tecnologia integrata a livello globale che trasformerà il settore e oltre.

Inoltre, gli utenti possono acquistare orologi TAG Heuer online con un limite di acquisto massimo di $ 10.000 e nessun requisito di spesa minima. A partire da ora, lo shopping con le criptovalute è disponibile esclusivamente tramite il suo sito Web ufficiale negli Stati Uniti.

In dettaglio, i clienti devono fare clic sull’opzione “BitPay” quando viene richiesto il metodo di pagamento al momento del pagamento. Qui, verrà loro chiesto di scegliere la loro valuta preferita da un elenco di criptovalute e portafogli (compresi gli scambi) disponibili. È inoltre importante notare che i tassi di cambio sono garantiti per 15 minuti durante l’elaborazione dell’acquisto.

Dopo la conferma on-chain, gli utenti verranno reindirizzati al sito Web di TAG Heuer fino a quando la transazione non sarà confermata sia da TAG che da BitPay.

Nel frattempo, la piattaforma attualmente supporta 12 criptovalute, tra cui 5 stablecoin ancorate al dollaro: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETC), Litecoin (LTC)Dogecoin (DOGE), Shiba Inu (SHIB), Wrapped Bitcoin (WBTC), Bitcoin Cash (BCH)USDP, DAI, BUSD, GUSD e USDC.

D’altra parte, il cenno di TAG Heuer alle criptovalute è considerato il primo passo della sua potenziale avventura in Web3, blockchain e NFT. Il CEO di TAG Heuer ha inoltre affermato:

Come marchio di lusso dovevamo assicurarci che il nostro ingresso in Web3 soddisfacesse i nostri standard di eccellenza e grazie ai nostri agili team interni e con il supporto di BitPay siamo in grado di immergerci in questo nuovo mondo finanziario nel miglior modo possibile.





Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato