Three Arrows Capital non è registrato a Dubai, afferma il regolatore


Three Arrows Capital non è registrato a Dubai, afferma il regolatore
Notizie di mercato

  • Three Arrows Capital non è un’azienda approvata dalla DFSA, ha informato un portavoce della DFSA.
  • Su Zhu, CEO di Three Arrows Capital, ha dichiarato all’inizio di aprile che la sua attività si sarebbe trasferita a Dubai per costruire un fondo da 5 miliardi di dollari.
  • Three Arrows Capital ha riportato enormi perdite legate al mercato venerdì scorso. L’azienda afferma di aver assunto consulenti legali e finanziari per aiutarla.

Un portavoce della Dubai Financial Services Authority ha informato CoinDesk in un’e-mail di poter confermare che il fondo di criptovaluta assediato Three Arrows Capital non è un’entità approvata dalla DFSA e che non sono soggetti alla regolamentazione della DFSA.

Ciò arriva dopo che Su Zhu, CEO di Three Arrows Capital, ha dichiarato nei primi giorni di aprile che la sede della sua azienda si trasferirà a Dubai per costruire un nuovo fondo da 5 miliardi di dollari. Ha spiegato il motivo per cui Dubai ha un clima normativo più favorevole alle imprese rispetto a Singapore, dove la società è regolata dall’Autorità monetaria di Singapore.

Secondo il sito web dell’agenzia di regolamentazione, affinché le entità possano fornire servizi finanziari all’interno o dal Dubai International Financial Centre (DIFC), che è una zona di libero scambio finanziaria appositamente costruita, sono tenute a chiedere l’autorizzazione al Dubai Autorità per i servizi finanziari (DFSA).

Ha aggiunto che Three Arrows non ha entità esterne. Nessuna azienda che corrisponde alla descrizione di Three Arrows Capital è elencata nel registro economico nazionale di Dubai, tuttavia esiste una società di condizionamento dell’aria “Three Arrows”.

Nelle notizie correlate, secondo a rapporto dal Wall Street Journal (WSJ), Three Arrows Capital (3AC) ha rivelato una settimana fa venerdì di aver subito enormi perdite a causa dell’attuale crisi del mercato. La società ha anche affermato di aver assunto consulenti legali e finanziari per cercare una via d’uscita dalla sua difficile situazione.

Il co-fondatore Kyle Davies di 3AC ha dichiarato al WSJ che l’azienda si impegna a trovare una soluzione che vada a vantaggio di tutti i suoi stakeholder in egual modo. Ad aprile, il fondo ha più di 3 miliardi di dollari in criptovalute sotto il suo controllo.



Source link

Lascia un commento

Resta aggiornato